FA Trophy: la rivincita delle piccole realtà

Anche questo turno di FA Trophy ha saputo regalare delle grandi emozioni questo weekend per molte squadre e molti giocatori. Il sogno è quello di poter sfilare per le loro rispettive città con il trofeo in mano, ma forse la cosa che da più soddisfazione è creare in paese una certa unione comunitaria, euforia e speranze durante tutta la partecipazione del proprio Club.

Larkhall FC (Southern League Division One)

Un po’ come il Larkhall FC, squadra dell’omonimo distretto della città di Bath; cui la vittoria nel terzo round di coppa contro il Totton ha portato il club a uno dei risultati più storici dei suoi oltre 100 anni di vita, con la prima qualificazione al quarto round di sempre.

Finalmente almeno per un po’ da quelle parti si parlerà anche del club di ottava serie al posto del Bath City FC.

Plymouth Parkway FC (Southern League Division One)

Dello stesso campionato del Larkhall anche il Plymouth Parkway FC, che all’esordio in questa competizione è riuscito a raggiungere il quarto round battendo il Dulwich Hamlet, club di National League South, in uno degli incontri con squadra più forte a livello di classifica e categoria che il club abbia mai affrontato.

Poter far parlare di sé in una città dove il club di Football League, il Plymouth Argyle, è sempre al centro delle notizie locali è la ciliegina sulla torta.

Needham Market (Southern League Central)

Altre emozioni arrivano grazia al Needham Market, che nella partita più importante della sua storia, batte il club di National League il Wealdstone, con ben nove giocatori arrivati direttamente dall’Accademia del club e conquista per la prima volta il quarto round.

Oltre alla differenza di categoria Needham è più di 14 volte meno popolosa di Ruislip la zona del Wealdstone, ma è questo il bello del calcio tutti hanno la possibilità di far sentire la propria voce anche da posti nettamente più piccoli.

Stourbridge (Southern League Central) e Cheshunt (Isthmian League)

Complimenti comunque anche al Stourbridge che continuerà il percorso nel tabellone di FA Trophy, come del resto il Cheshunt per la prima volta qualificato in questa fase, che come nota speciale ha il suo allenatore, che dopo il match ha trovato il tempo per fare il babbo Natale per la sua comunità.

A cura di Davide Giglio da Non League – Italian Fans