Documenti? Mai!

Durante i miei sei anni di permanenza nella Non League inglese non ho mai mostrato un documento d’identità per giocare e non c’erano neppure i cartellini come in Italia.
Prima di ogni partita si compilava solamente un modulo con la formazione (Teamsheet) e ad un certo punto l’arbitro suonava il campanello dello spogliatoio e si entrava in campo.

Non c’era la chiama (o l’appello) come qui in Italia.
Per il mio tesseramento ho semplicemente atteso il nulla osta dalla FIGC

Senza mai, ripeto, mostrare alcun documento personale.
L’unica pecca, in verità piuttosto grave, era che non era richiesta nessuna visita medica, non ne ho mai fatte.
Adesso, però, è obbligatoria e sinceramente questa era una mancanza…pericolosa!

Efrem Ebbli