Wembley, 17 Maggio 2008.

Il giorno del Portsmouth. La squadra allenata da Harry Redknapp trionfa a Wembley nell’atto conclusivo dell’edizione numero 127 dell’FA Cup. I Pompey alzano il trofeo al cielobattendo il Cardiff City di misura, 1-0. Avversaria di seconda divisione. Non la finale che tutti pronosticavano.

Sia il Portsmouth che il Cardiff avevano trionfato una sola volta in questa competizione: i Pompey nel ’39 (è il club che per più anni è stato detenntore del trofeo, visto che l’edizione successiva della FA Cup si è giocata alla fine della guerra), i Bluebirds addirittura nel ’27. Quasi un secolo fa.

Partita non bellissima. Poche le occasioni da gol, da una parte e dall’altra. Ma scontro intenso, duro, in pieno stile british. Il Portsmouth se la cava per effetto di un gol di Nwankwo Kanu. Il nuovo Wembley si conferma stadio portafortuna per l’attaccante nigeriano. Sei settimane dopo aver segnato il decisivo gol al West Bromwich in semifinale, l’estroso attaccante si ripete. Prima fa le prove con una gran giocata in area di rigore la cui conclusione finisce sul palo, poi sblocca la gara al 37′. Raccoglie un cross di Utaka smanacciato goffamente dal portiere avversario,e con un tocco sotto morbido porta i suoi in vantaggio tra il tripudio di mezzo Wembley.

Il Cardiff dispone di qualche buona individualità in campo: Parry, Sinclair, Whittingham. Hasselbaink parte in panchina, ma ha chiuso il campionato di First Division in un’anonima dodicesima posizione. Non fa molto per impensierire gli avversari, specie sotto di un gol. Solo timide conclusioni in porta nel secondo tempo che però non mutano il risultato finale, il quale premia i Pompey. Nell’insieme degli eventi, il Portsmouth trionfa con merito, addirittura ai quarti fanno fuori il gigante Man Utd.

Harry Redknapp mai era arrivato in fondo a questo mitico torneo né da giocatore né da allenatore, e può chiudere alla grande una stagione già positiva per l’8° posto conquistato in Premier League. Per i Pompey, è la prima qualificazione alle Coppe europee nella storia del club. Mentre la favola del Cardiff si arresta proprio sul più bello: i gallesi non emulano il West Ham del 1980, che resta ancora oggi l’unica squadra non di prima divisione ad aver alzato al cielo la brillante e fulgida FA Cup.

Andrea Indovino