La rivoluzione del Nottingham Forest

Con 17 acquisti il Nottingham Forest di Steve Cooper, ha completamente rivoluzionata il gruppo che ha ottenuto la promozione dalla Championship nella scorsa stagione

Sono infatti solo tre i giocatori in campo nella storica finale di Wembley vinta su Huddersfield ad essere titolari in questo avvio di Premier Premier: con la stella gallese dei Reds Brennan Johnson infatti solo i difensori Scott McKenna e Joe Worral sono -rimasti- al loro posto

Tra i pali è arrivato in prestito dal Manchester United il portiere Dean Henderson, a completare il reparto difensivo si è aggiunto il franco/senegalese Moussa Niakhaté dal Magonza Club di Bundesliga

Tutto nuovo invece il centrocampo con Neco Williams dal Fulham via Liverpool e Harry Toffolo sugli esterni, nel mezzo la coppia composta da Orel Mangala ex Stoccarda e Lewis O’Brien dai Terriers

Cambiato anche per due terzi l’attacco con l’arrivo di Jesse Lingard a suggerire per Taiwo Awoniyi, ex attaccante dell’Union Berlino, ed il terzo -superstite- Brennan Johnson

Volti nuovi e presto protagonisti in panchina nel pareggio di sabato a Goodison Park: il fantasista Morgan Gibbs-White dallo Sheffield United (via Wolves), l’esperti centrocampisti Cheikhou Kouyaté dal Palace e Remo Freuler dall’Atalanta; con loro anche l’attaccante ex Watford Emmanuel Dennis ed il difensore francese Giulian Biancone (Troyes)

Campagna acquisti pazzesca per il Nottingham Forest che ha speso circa £ 150 milioni per una rivoluzione che dovrà valere la conferma in Premier League per le prossime stagioni.

Redazione Non Solo Premier